Ad oggi questo metodo viene considerato sicuramente quello più innovativo e migliorativo per l’intervento di auto trapianto di capelli. La nostra clinica adotta oramai da diversi anni questa metodologia per ogni paziente, garantendone la massima efficacia. 

FASE (1) ESTRAZIONE

dopo il trapianto di capelli

Il primo passo per procedere all’intervento FUE è preparare la zona donatrice del paziente, questa verrà rasata totalmente a circa 3mm di lunghezza per poi essere anestetizzata localmente tramite classiche iniezioni sotto cute. Una volta anestetizzata la zona donatrice, verrà anestetizzata anche la zona da trapiantare. L’effetto anestetico ha una durata di 10/12 ore. 

Per i soggetti più sensibili o con fobia da ago, è possibile procedere con una anestesia “indolore” di ultimissima generazione, detta needlesess. Questo tipo di anestesia consiste nell’utilizzo di una “siringa a pressione” che funziona ad aria compressa, ovvero durante il click inietta l’anestetico facendolo penetrare a pressione direttamente nell’epidermide sotto forma di vapore ad azione rapida. 

(L’utilizzo di tale anestesia è possibile tramite un aggiunta extra al pacchetto standard di + 200,00€.)

Una volta terminata l’anestesia locale, si da inizio alla micro-chirurgia, ed inizia la fase di estrazione delle U.F. (unità follicolari). Ogni U.F. viene estratta direttamente mediante l’utilizzo di un micromotore automatico che andrà ad estrarre la percentuale di U.F. ritenuta opportuna dal medico chirurgo, queste vengono estratte dalla

zona posteriore e laterali del cuoio capelluto. Il medico procederà tramite l’utilizzo di occhiali medici speciali con zoom integrato al fine di avere una panoramica estremamente precisa della situazione per procedere al meglio, estraendo solo le U.F. ritenute più idonee. 

Una volta estratte le unità follicolari ci sarà una pausa, sia per lo staff medico che per il paziente. 

FASE (2) APERTURA DEI CANALI

Il secondo passo è quello dell’apertura dei canali, che ad oggi con noi avviene esclusivamente con lame in zaffiro di ultima generazione, e non più con i classici bisturi in acciaio. (I vantaggi e varie specifiche di F.U.E in zaffiro potrete osservarli nella sezione dedicata del nostro sito all’interno del menu.)

FUE Zaffiro

Per apertura dei canali s’intendono i fori d’ingresso dove andranno inserite poi successivamente le unità follicolari. 

Le aperture dei canali sono una fase molto importante e delicata dell’intervento, e necessitano di essere eseguite personalmente e direttamente dal medico chirurgo, mentre per le altre fasi è possibile e necessaria, per motivi di tempistiche, la partecipazione ed il supporto dell’equipe infermieristico. 

Il medico chirurgo, con l’utilizzo dei suoi occhiali speciali con zoom, andrà a prendere visione del cuoio capelluto e di eventuali capelli presenti nelle zone da trapiantare, sarà fondamentale eseguire il massimo di aperture per ottenere un buon infoltimento. Ma sarà anche necessario prestare estrema cautela a non rovinare i capelli già presenti o trapiantare addirittura sopra questi, il che, oltre rovinarli, non farebbe attecchire quelli nuovi, e per questo motivo non si trapianta mai sopra capelli già presenti, ma solo in spazi effettivamente vuoti.

Dopo la massima concentrazione, il medico chirurgo avrà terminato tutti i canali necessari e si potrà procedere con l’ultima fase dell’intervento: l’innesto. 

 

FASE (3) INNESTO DELLE UNITA’ FOLLICOLARI 

Il terzo, ed ultimo passo, è l’innesto delle unità follicolari precedentemente estratte dalla zona donatrice. 

Le unità follicolari nel frattempo, saranno state conservate in liquidi con composti medici speciali che le mantengono in vita ed integre al 100%.

Questa fase viene supportata sempre dallo staff infermieristico per questioni di tempo, non sarebbe possibile per il medico chirurgo far tutto da solo, e nemmeno per il paziente in quanto l’intervento avrebbe una durata totale esagerata.

Quindi si procede ad innestare tutte le U.F. all’interno dei canali prima aperti dal chirurgo. 

Una volta innestate tutte le U.F. l’intervento chirurgico può considerarsi terminato. 

 

 

 

CHE COS’E’ FUE ZAFFIRO? QUALI VANTAGGI HA? 

FUE Zaffiro non è altro che FUE, ma più vantaggioso rispetto quello tradizionale. 

La principale differenza si trova nello strumento utilizzato per l’apertura dei canali, ovvero un “pennino” con all’estremo finale una sottilissima punta in minerale di ZAFFIRO, la quale consente di eseguire molti più canali vicini tra loro, senza rischiare di danneggiare e compromettere gli altri capelli già presenti. 

Riuscendo quindi a creare più canali, si riuscirà di conseguenza a fare più innesti di unità follicolari, e questo significa maggiore infoltimento dei capelli sul risultato finale. 

La sottigliezza estrema delle punte consentirà al medico chirurgo di lavorare in maniera estremamente precisa ed anche meno invasiva sul paziente, in quanto vi saranno meno emorragie durante l’operazione.

Inoltre, FUE Zaffiro incide anche molto positivamente sulla prima guarigione delle crosticine seguenti all’intervento, facendole cadere entro massimo 15 giorni, quindi questo consente una condizione estetica migliorativa in tempi molto più rapidi. 

 

QUALI SONO I PRINCIPALI 5 VANTAGGI DI FUE ZAFFIRO? 

  • Minori emorragie 
  • Maggior precisione chirurgica 
  • Maggior numero di innesti
  • Infoltimento maggiore
  • Risultato finale più naturale

Contattaci per una consulenza gratuita: 349 188 2150